Assemblea dei soci Swiss Medtech 2023

Poste basi importanti per gestire nuove sfide

Nel corso dell’Assemblea dei soci Swiss Medtech di ieri sono state poste basi per il lavoro associativo. Tutte le proposte importante presentate dal Consiglio direttivo inerenti all’ulteriore sviluppo dell’associazione e sull’implementazione della strategia elaborata sono state accolte. Centrale dal punto di vista tematico è e rimane l’impegno dell’associazione a favore di mercati aperti, dell’abbattimento delle restrizioni commerciali e della diversificazione nell’approvvigionamento dei dispositivi medici. Swiss Medtech si dedicherà ora anche a ulteriori temi chiave, come la sostenibilità e la remunerazione delle applicazioni sanitarie digitali. Anche dal punto di vista organizzativo l’associazione sta continuando a svilupparsi. Dopo aver posto lo scorso anno un importante pilastro nella Svizzera italiana con la costituzione di Swiss Medtech Ticino, il prossimo passaggio sarà il potenziamento delle attività dell’associazione nazionale in Romandia. «Il grande supporto dei nostri soci è per me motivo di grande soddisfazione», così Dr. Beat Vonlanthen, Presidente di Swiss Medtech. «È un segnale forte di apprezzamento del lavoro svolto finora e della fiducia riposta in Swiss Medtech nella tutela degli interessi del settore».

Nuovo tema chiave: la sostenibilità acquisisce una notevole rilevanza per l’accesso al mercato
Dall’acquisto delle materie prime alla produzione e distribuzione fino al riciclaggio, il tema della sostenibilità permea l’intero settore. Non si tratta solo di tutela ambientale, bensì anche di fare in modo che le imprese medtech adottino le misure strategiche idonee per rimanere nel mercato. È infatti il mercato il vero propulsore: gli investitori e la clientela chiedono sempre più trasparenza in fatto di ambiente. Soprattutto le grandi aziende si impongono obiettivi netto zero lungo l’intera catena di creazione di valore. Quanto prima le piccole e medie imprese si occupano dell’argomento – ancor prima che i regolamenti lo impongano – tanto maggiore è la loro opportunità di rimanere parte della catena di fornitura. «La sostenibilità diventerà un criterio di accesso al mercato molto rilevante», così Peter Biedermann, Direttore di Swiss Medtech. «Con la creazione di un nuovo posto di esperto nella nostra associazione supporteremo i nostri soci».

Due nuovi volti nel Consiglio direttivo
Tutti i precedenti Consiglieri – Gilbert Achermann (Straumann Holding SA), Roman Iselin (Johnson & Johnson), Dr. Raphael Laubscher (Laubscher Präzision AG), Simon Michel (Ypsomed SA), Harald Schatzl (Mediwar AG) e Jürgen Sigg (Sigvaris AG) – sono stati rieletti, e sono stati riconfermati, Dr. Beat Vonlanthen come Presidente e Beat Egli (Zimmer Biomet) come Vicepresidente. I nuovi Consiglieri sono Nicoletta Casanova (CEO FEMTOprint SA) e il Consigliere agli Stati Damian Müller. In quanto membro del Comitato di Swiss Medtech Ticino Nicoletta Casanova rappresenterà la Svizzera italiana in seno al Consiglio. Il Consigliere agli Stati Damian Müller è stato presentato all’Assemblea dei soci dal presidente in carica Dr. Beat Vonlanthen come successore designato a partire dall’Assemblea dei soci 2024.
 

Swiss Medtech rappresenta in qualità di associazione di categoria del settore medtech svizzero oltre 750 soci. Con 67’500 occupati e un contributo dell’11,5% al bilancio commerciale positivo della Svizzera, il medtech è un settore economicamente importante. Swiss Medtech si adopera per un settore in cui la tecnologia medica può fornire prestazioni di punta a beneficio di un’assistenza medica di prim’ordine.

swiss-medtech.ch